Trattamento della schizofrenia senza pillole

Trattamento della schizofrenia
Trattamento della schizofrenia

Uno studio condotto da ricercatori dell’Università di Manchester ha scoperto che l’approccio psicologico per il trattamento della schizofrenia può essere un’alternativa per i pazienti che, per qualsiasi motivo, non prendere droghe, che, pur essendo la terapia di prima linea, ma hanno lato serio effetti. I risultati di questo lavoro sono stati pubblicati su The Lancet.

Schizofrenia, accompagnato da allucinazioni, deliri, mania, paranoia, problemi emotivi o difficoltà con un focus sulle attività quotidiane, colpisce circa 60 milioni di persone in tutto il mondo. Attualmente, ci sono più di 20 antipsicotici, come il risperidone, aloperidolo e la clozapina, che sono efficaci contro molti sintomi, ma l’uso a lungo termine di questi farmaci possono causare movimenti muscolari incontrollati, significativo aumento di peso o di innescare un attacco di cuore.

Negli ultimi anni, più psichiatri e psicologi sostengono l’approccio psicologico per il trattamento dei disturbi mentali, tra cognitivo-comportamentale terapia (CPT), è già stato dimostrato di essere efficace nel trattamento della depressione e disturbi d’ansia, come aggiunta al trattamento antipsicotico . Nella terapia cognitiva si basa sulla premessa che la causa dei disturbi mentali sono credenze disfunzionali e atteggiamenti. Questo metodo funziona con i contenuti cosciente e ha lo scopo di influenzare direttamente la cognizione del paziente (i suoi pensieri, atteggiamenti e le aspettative). La terapia è quello di trovare le distorsioni di pensiero e di apprendimento alternative, modi più realistici di percezione della sua vita.

In pazienti con schizofrenia a volte cominciano a dialoghi mentali con immagini di esseri umani o immaginari esseri soprannaturali (la cosiddetta «voce»). compito specialista in questo caso è quello di spiegare a un paziente affetto da schizofrenia che non stava parlando con persone reali o esseri, e con le immagini che ha creato queste creature, il pensiero sulla linea per me stesso, per questo personaggio. Per incoraggiare il paziente, uno psicologo trasmette a lui l’idea che le conversazioni con personaggi inventati sono a volte e mentalmente le persone sane, ma deliberatamente, ad esempio, prevedere la reazione di l’altra persona a un evento specifico.

La schizofrenia colpisce una persona può nella sua mente più volte per scorrere la storia dell’immagine o di fantasia; a poco a poco queste fantasie sono memorizzati nella memoria profonda, arricchito con dettagli realistici e diventa molto credibile. Allo stesso tempo, c’è il pericolo che la gente comincerà a confondere le loro fantasie con la realtà e possono a causa di questo inizio di comportarsi in modo inappropriato, in modo che il psicologo può provare a recuperare nella mente dei fatti reali del paziente o eventi con l’aiuto di esterni fonti affidabili — documenti, le persone che sono malati, i trust non-fiction, parlare con testimoni, foto, video, o costruiscono un esperimento per verificare la proposizione.

Trattamento della schizofrenia
Trattamento della schizofrenia

Nel corso degli ultimi anni, gli scienziati hanno condotto diversi studi clinici dozzina il Kamagra trattamento della schizofrenia con PPC, la maggior parte di loro ha trovato un discreto successo nel ridurre i sintomi della malattia. Nel nuovo studio, condotto da un gruppo di scienziati guidati da psicologo clinico Anthony Morrison (Anthony Morrison), effetti della terapia cognitiva è stata studiata 74 volontari con diagnosi di «schizofrenia» o disturbo dello spettro della schizofrenia tra i 16 ei 65 anni tra. I partecipanti randomizzato controllato è stato diviso in due gruppi: il primo di essi è stato assegnato un trattamento standard, nel secondo — il trattamento standard con un ciclo di terapia cognitiva per 18 mesi. Ogni tre mesi, i soggetti hanno assunto un insieme standard di test per determinare il loro livello di esperienze emotive e le interazioni sociali.

Come dimostrano i risultati di studi in un gruppo di soggetti che erano sedute di terapia cognitiva, sintomi psicotici è stata inferiore a quella nel gruppo di controllo. La dimensione effetto complessivo (una misura statistica delle differenze tra gruppi) era 0.46 unità su una scala in cui 0,2 unità è considerata una bassa dimensione effetto 0.5 — moderati, e 0,8 — alti. Secondo i ricercatori, identificato la dimensione dell’effetto è equivalente alla performance maggior parte dei farmaci antipsicotici rispetto al placebo.

Gli autori avvertono che, nonostante i risultati incoraggianti, ma non significa che le persone affette da schizofrenia possono smettere di prendere i farmaci, come nello studio di pazienti non ha bisogno di essere ricoverato in ospedale e non costituiscono una minaccia per se stessi e il loro ambiente. Tuttavia, secondo le statistiche, il 50% delle persone con schizofrenia, in ogni caso non accetta antipsicotici per lungo tempo. «Se possibile, dare alla gente una scelta — prendere il farmaco o no, sembra essere un passo ragionevole,» — ha citato le parole Science Professor Morrison.

Реклама